Aringhe marinate in aceto: ricetta
Aringhe marinate in aceto: ricetta
Foto: Shutterstock

Aringhe marinate in aceto

Ingredienti: – 2 aringhe leggermente salate; – 2 cucchiai da tavola; aceto di tavola – 50 ml di acqua fredda e olio vegetale, – 2 cipolle, – 2 foglie di alloro, – 1 cucchiaino. zucchero, – un pizzico di pepe nero macinato, – 6 piselli di peperone dolce.

Tagliare le teste di aringhe, le code e le pinne, tirare le parti interne, rimuovere la buccia e sciacquare accuratamente la carcassa. Tagliarli nella parte dorsale e separare accuratamente le metà dei filetti dalle creste, rimuovere le grandi ossa. Tagliare la carne in strisce di 2 cm di spessore.

Quando si fanno manipolazioni con i pesci, assicurarsi di aver cura dell’igiene personale – indossare guanti

Allentare i bulbi dalle bucce e tritare, rompere finemente le foglie di alloro. Mescolare in una ciotola l’aceto con acqua, burro, due tipi di pepe e zucchero. Prendete il barattolo di vetro e disponete il pesce a strati alternando cipolla e alloro. Versalo con la marinata di aceto e mettilo in frigorifero per 8-10 ore.

Aringa marinata in aceto in norvegese

Ingredienti: – 1 kg di filetti di aringhe surgelati, – 1 l di acqua, – 1 cucchiaio. aceto bianco – 4 cucchiai. sale.

Utilizzare pentole in acciaio inossidabile

Sbrinare il filetto di pesce sullo scaffale di refrigerazione inferiore fino a quando non è morbido. In nessun caso non accelerare questo processo, mettendo l’aringa in acqua calda e tanta acqua calda, questo ridurrà il gusto del piatto preparato. Immergerlo in una soluzione di acqua, aceto e sale, versare in piatti puliti e asciutti. Marinare l’aringa per un giorno al freddo, coprendola con un film alimentare.

La prontezza del pesce può essere controllata dal suo aspetto: diventerà bianca. Scolare la marinata e sciacquare accuratamente i filetti, trascorrendo almeno 5 minuti. Tagliare a fette guidando il coltello sotto una leggera pendenza.

Aringhe in marinata dall’aceto di mele

Ingredienti: – 4 aringhe grasse – 4 cucchiai. latte – 3 cucchiai aceto di mele o balsamico, – 1 e 3/4 cucchiai. acqua bollita; 4 cucchiai. zucchero – 4 grandi cipolle – 1 carota – 3 cm di radice di rafano – 4 cm di radice di zenzero – 5 foglie di alloro – 2 cucchiai chicchi di senape e pepe nero.

Preparare il pesce, come scritto nella prima ricetta, immergerlo nel latte per 12 ore, quindi lavare e tagliare ogni filetto in più pezzi. Sbucciate le verdure e tagliate: cipolle – anelli, carote e radici di rafano e cannucce di zenzero.

Trasferire l’aringa in un grande contenitore di vetro, alternandolo con verdure e chicchi di spezie. Versare una miscela di aceto, acqua e zucchero, cercando di non disturbare le righe del segnalibro. Top con una ciotola di oppressione e lasciare il pesce per 5 giorni in frigo.