come controllare i funghi per la cottura commestibile
Come testare i funghi per la loro commestibilità durante la cottura?
Foto: Getty

Come controllare i funghi per la commestibilità?

Ci sono diverse precauzioni che devono essere seguite nella raccolta dei funghi:

  • i funghi mortali sono simili a una lastra;
  • Tra le sottospecie tubolari di funghi ci sono velenosi, ma non sono mortali per gli umani;
  • La famiglia degli agarichi è considerata la più velenosa. Comprende tutti i tipi di agarico e fungo velenoso. Queste varietà si distinguono per la presenza di un ispessimento alla radice del gambo e un anello vicino al cappuccio;
  • nelle foreste di conifere non si trovano funghi al miele. Simile a loro in tali foreste sono velenosi;
  • Per avvisare il raccoglitore di funghi dovrebbe un forte odore sgradevole di alcool tecnico, mangiare tali campioni può portare a conseguenze spiacevoli;
  • Se la polpa del fungo assume una colorazione rossastra sul difetto, allora non dovrebbe essere presa.

Al minimo dubbio sulla commestibilità dei funghi, è meglio non mangiarli per escludere l’avvelenamento. Non fidatevi anche dell’opinione che gli insetti evitino gli individui velenosi. Questo non è un segno affidabile di edibilità.

Come testare i funghi per la loro commestibilità durante la cottura?

Ci sono diverse opzioni per testare la commestibilità dei funghi durante la cottura. Il più popolare di loro sono:

  • durante la cottura è necessario mettere in una padella qualsiasi prodotto d’argento. Se si scurisce, i funghi sono velenosi. Questo non è un test affidabile. L’argento può oscurarsi dalle sostanze rilasciate e dalle specie commestibili;
  • c’è un’opinione che la cipolla e l’aglio aggiunti durante la cottura avranno una tinta marrone con individui velenosi. L’ombra può cambiare se esposta a funghi non tossici;
  • Per la disinfezione, i funghi vengono fatti bollire in una soluzione di sale acetico. Questo non può sempre aiutare. I funghi velenosi mortali che usano questo metodo non diventano meno tossici.

Anche i test sui funghi per tossicità con il latte non sono affidabili. Il latte coagula non dalla presenza di veleno, ma dall’azione di alcuni enzimi. Possono essere presenti in campioni commestibili. Di conseguenza, non esiste un metodo garantito su come identificare i funghi velenosi durante la cottura.

Per evitare avvelenamenti e gravi conseguenze durante la raccolta dei funghi, devi essere estremamente attento. Al minimo dubbio sulla commestibilità, non dovresti mangiarli.